Twins books lovers

Blogtour di Chelsea & James

Buongiorno a tutti! Sono felice di comunicarvi che è partito il Blogtour di Chelsea & James! Si tratta di una serie di tappe di approfondimento sul romanzo, ognuna delle quali verrà pubblicata su un diverso blog, tra quelli che lo hanno recensito. Si parte lunedì prossimo (10 agosto), mentre l’arrivo è previsto per lunedì 21 settembre.

Giveaway

Ma non è tutto! Infatti, in occasione del blogtour, verranno messe in palio tre copie autografate di “Chelsea & James”, che avrete la possibilità di vincere attraverso le modalità che trovate sul blog che ha organizzato il giveaway, “Lettere d’inchiostro”, a questo link.

Lettere d'inchiostro

Ecco l’elenco delle tappe nel dettaglio:

1. Luoghi e ambientazioni, su Twins books lovers, lunedì 10 agosto
L’ambientazione americana, i territori che presentano caratteristiche climatiche e ambientali molto varie, i luoghi e gli elementi realmente esistenti e quelli immaginari, il loro legame con le varie fasi della storia.

2. Chelsea e James, su Il giardino delle rose, lunedì 17 agosto
Le storie dei protagonisti prima e dopo il loro incontro, le differenze e le similitudini, le rispettive e reciproche influenze. Come si sarebbe evoluta la loro vita, se non si fossero incontrati?

3. Giustizia: religione e diritto, su Books are infinity, lunedì 24 agosto
Chi stabilisce cosa è giusto, e perché siamo comprensibilmente portati a ritenere che i comportamenti dei protagonisti siano sbagliati? Loro credono di comportarsi nel modo giusto, o agiscono pur sapendo che non è così?

4. Ingenuità e violenza, su La stamberga dei lettori, lunedì 31 agosto
Due giovani innamorati o due criminali spietati? In che modo queste situazioni sono compatibili, e perché l’alternarsi di scene romantiche e violente è così naturale? Le loro condizioni di vita sono una giustificazione ai loro comportamenti o un pretesto per rivelare la loro vera natura?

5. Citazioni e ispirazione, su Da una stella cadente all’altra, lunedì 7 settembre
Le frasi più significative del mio romanzo e quelle che lo hanno ispirato. I riferimenti espliciti a Bonnie e Clyde, i pochi punti di contatto e le molte differenze.

6. Capitoli, finale e seguito, su Libri di cristallo, lunedì 14 settembre
I criteri con cui sono stati scelti i titoli dei capitoli e i riferimenti che contengono. La conclusione del romanzo e la valutazione sul finale. Le possibilità che la storia abbia un seguito.

7. Giveway e non solo, su Lettere d’inchiostro, lunedì 21 settembre
Proclamazione dei vincitori delle tre copie autografate di “Chelsea & James” e approfondimento sul mio prossimo romanzo, in uscita entro la fine dell’anno.

I nomi dei blog contengono i link alle recensioni di Chelsea & James che ho riportato sul blog, e che sicuramente ricorderete. Ringrazio pubblicamente le ragazze che gestiscono questi blog per avermi dato la loro disponibilità ad organizzare un evento che non avrei potuto realizzare da solo.

Cosa aspettate? Seguite le istruzioni per partecipare, e incrociate le dita! C’è tempo fino a domenica 20 settembre, quindi non passerà molto prima di sapere chi avrà vinto le copie autografate.

Dicono di me: “Twins Books Lovers”

Ecco una nuova recensione di Chelsea & James. È stata scritta da Gioia, che gestisce il blog Twins books lovers con la sua gemella Debora.


Twins Books Lovers

Se penso a Chelsea & James penso ad un sogno. Già dall’inizio è come se aprissimo gli occhi e ci ritrovassimo nei panni di James. Il romanzo è infatti narrato dal suo punto di vista. James, di appena 20 anni, sta scappando da qualcosa o da qualcuno, il motivo vero e proprio della sua fuga rimane infatti indefinito quasi fino alla fine del romanzo.

È arrivato a Roverside, in Texas, una piccola cittadina poco abitata. Qui si ritrova costretto a rubare per riuscire a sopravvivere ma niente sembra perduto quando incrocia per la prima volta la gentilezza di Elidh, o meglio Chelsea. La ragazza, che lavora in un locale, vedendolo in difficoltà con il pagamento della consumazione, non ci pensa un attimo e lo aiuta.
La seconda volta che i ragazzi si incontrano la situazione è abbastanza ambigua: James è appena uscito dalla casa che occupa abusivamente e Chelsea, che è del posto, capisce subito come stanno le cose, eppure non lo giudica. Tra i due ragazzi nasce subito qualcosa, lo sentono, lo percepiscono. Appena capita l’occasione la ragazza non si fa nessun problema ad aprirsi con James e a raccontargli la difficile situazione in cui si ritrova. Situazione che improvvisamente degenera e James, senza pensarci nemmeno un attimo, vedendo Chelsea in pericolo, si macchia di un terribile crimine, servendosi del suo senso di giustizia, che in qualche modo corrisponde anche a quello di Chelsea, anche la ragazza infatti non rimane illesa. Se si consegnassero alla polizia sono certi che rischierebbero tanto. C’è solo una soluzione: scappare il più lontano possibile. Ha inizio così la fuga dei due ragazzi che vengono rincorsi dalla polizia, dalle notizie e dai giornali.
Non so quanto possa essere chiara questa introduzione, ma rivelare di più vorrebbe dire svelare parti importanti della trama.

James e Chelsea sono i due protagonisti della storia. Due ragazzi che sono destinati ad incontrarsi, il modo in cui si sono conosciuti lo dimostra. Dal momento in cui si incontrano diventano inseparabili al punto che anche solo l’idea di allontanarsi l’uno dall’altro diventa insopportabile. In un solo momento si allontaneranno e questo rappresenterà per loro la salvezza.

In alcune recensioni ho letto che manca la psicologia dei personaggi. Secondo me non è così. Infatti, una volta che veniamo a conoscenza dei loro passati, delle prove che sono stati costretti ad affrontare e che devono ancora superare, riusciamo a comprendere il perché delle loro scelte. Scelte che a volte vanno contro al nostro pensiero di giustizia.
La giustizia è infatti il tema dominante. In nome del proprio senso di giustizia, i due ragazzi commettono qualsiasi tipo di crimine. Ed è anche per questo che veniamo coinvolti dal romanzo: ci scontriamo con una moralità talmente diversa da quella che potrebbe essere considerata “normale”, che capita anche di arrabbiarsi con le decisioni dei protagonisti perché noi ci saremmo comportati diversamente.
L’amore descritto tra i due, per quanto a volte possa sembrare quasi assurdo, perché tutto accade in poco tempo, non sfocia mai nel melenso.
Viene infatti dato maggiore spazio alla fuga e agli avvenimenti che accadono ai due ragazzi.

Ho apprezzato molto la coerenza dell’ambientazione scelta durante tutta la narrazione. Molte volte i fatti che vengono narrati in un libro sono “universali”, potrebbero essere accaduti ovunque. In questo caso non è così: è una storia ambientata in America e solo in America poteva accadere una storia del genere. Questo si può capire dalle piccole cose come ad esempio le macchine utilizzate, le leggi sulle armi che vigono in quei particolari Stati, i locali descritti, i personaggi stessi, tutto nell’insieme crea l’idea dell’America.

Giuseppe Cozzo è riuscito a creare un bel thriller, breve ma intenso, ricco di suspense e colpi di scena. Ha saputo inserire tutti gli elementi essenziali senza mai risultare prolisso o noioso. Gli eventi che si susseguono tengono incollato il lettore dall’inizio alla fine.
Un romanzo originale e diverso dal solito.
Il finale è sconvolgente e inaspettato ma, guardando il romanzo nell’insieme, capiamo che forse, per il modo di pensare dei due protagonisti, era il più “giusto”.


Ringrazio Gioia per l’attenzione che ha dedicato al mio romanzo, invitandovi a visitare il blog gestito da lei e Debora, in cui si parla di libri, film, serie TV e molto altro.