OltreYume

Dicono di me: “OltreYume”

Buonasera a tutti! Scrivo per condividere con voi la recensione di Chelsea & James pubblicata sul blog OltreYume e firmata da Francesca, che lo gestisce insieme con Gemma.


OltreYumeSi parte da un futuro incerto, uno scopo prestabilito e una meta fatiscente: è questo James, il ragazzo che calca le strade di Roverside, Texas. Lo fa sotto la neve, in prossimità del tramonto, in bilico fra l’incertezza del domani e la sicurezza del volerlo raggiungere, trainato dalle sue sole forze e lungi dalle catene che la società gli ha imposto.

Forse è però oltre la soglia di un locale qualsiasi che il protagonista capisce la differenza fra il sopravvivere e il vivere: è negli occhi di Elidh, o Chelsea, nelle mani che gli ha teso e nell’inspiegabile attrazione che prova per lei dal momento in cui i loro destini si sono intrecciati.

Sono uguali senza davvero esserlo, loro: non condividono un passato, ma saranno stretti in un futuro accerchiato da pericoli, in una libertà che è tale solo perché segreta, custodita nei cuori, e non gestita dalle leggi del mondo.

È così che Giuseppe Cozzo ci racconta l’amore fra i due protagonisti: così forte da strapparli alle leggi comuni, così solido da rendere il sentimento un’imprescindibile entità ancorata alla vita. Perché esiste solo lui e solo lui va protetto, anche se questo costa la condivisione di pericoli imminenti e minaccia una libertà già precaria in partenza.

L’autore lo spiega con una scrittura quasi schematica, ma immediatamente fluida, che permette sia di bere questo libro fino all’ultimo sorso, sia di vestire i pensieri che sì, sono di James, ma appartengono inevitabilmente anche al lettore. Non è prolisso e lascia che l’ambiente rimanga poco profumato di dettagli, ma la sua non-invadenza – strutturata celermente – permette d’immaginare anche i cunicoli di una trama surreale che, per quanto costi contraddizione sottolinearlo, rimane terribilmente concreta.

Allora capiamo che l’amore non può spingersi oltre qualcosa: non ha, semplicemente, limiti. Lo scopriamo e lo difendiamo con i denti, anche a costo della vita.


Anche voi credete che l’amore non abbia limiti? Ringrazio Francesca e Gemma per lo spazio che hanno riservato al mio romanzo, invitandovi a visitare il loro blog.