Arrigo Sacchi a Condò Confidential

Il calcio totale viene inteso come l’applicazione di alcuni concetti, quali la flessibilità di ruolo e di funzione, la capacità di ampliare o restringere il campo, l’estrema velocità di pensiero e la scientifica ricerca dello spazio. Questo stile di gioco inconfondibile, difficilmente imitabile, piacevole da osservare ed incredibilmente efficace è stato praticato ai massimi livello solo dall’Ajax e l’Olanda dei primi anni Settanta, dal più recente Barcellona e dal Milan di venticinque anni fa. Gli allenatori in grado di dare una simile impronta alle proprie squadre sono stati pochissimi.

Arrigo Sacchi

Grazie ad una straordinaria e coraggiosa intuizione di Berlusconi, Arrigo Sacchi è diventato l’allenatore del Milan nel 1987, dopo la breve esperienza con il Parma in serie C1 e in serie B. Non sono mancate alcune difficoltà iniziali, dettate dalla diffidenza causata dalla sua quasi totale inesperienza come calciatore. “Non mi risulta che ogni buon fantino sia mai stato un buon cavallo”, ha risposto a chi gli ha chiesto come avrebbe potuto allenare grandi campioni senza essere stato uno di loro.

A Paolo Condò, che lo ha brillantemente intervistato, ha raccontato che non è stato difficile convincere i giocatori del Milan al sacrificio. Al momento del suo arrivo, il successo nazionale mancava ai rossoneri da otto anni, e l’ultima vittoria internazionale era ancora meno recente. All’inizio, qualche giocatore era diffidente, ma nessuno era prevenuto, anche grazie alle manifestazioni di stima pubblicamente riservategli dal presidente della squadra, in più di un’occasione.

La rivoluzione compiuta da Sacchi nel modo di giocare e nelle tecniche di preparazione lo hanno reso uno degli allenatori più famosi della storia del gioco che amiamo. Nella prima esperienza al Milan, ha collezionato otto trofei in quattro anni, inclusi uno Scudetto e due Coppe dei Campioni consecutive. Il suo gioco era basato sul movimento senza palla in entrambe le fasi, che si traduceva in un pressing asfissiante e portato a tutto campo e per tutto il tempo, e nella capacità di attaccare la profondità.

Riteneva che i suoi calciatori, in quanto professionisti, fossero moralmente obbligati a fare le cose al meglio delle proprie possibilità, vincendo, divertendosi e facendo divertire il pubblico, che riempiva lo stadio, e che due volte a settimana aveva la possibilità di accantonare i problemi per un paio d’ore.

Al contrario di quanto si potrebbe superficialmente ritenere, proprio l’ossessione per la perfezione nella preparazione degli schemi e nella ricerca della vittoria ha segnato la fine professionale di un uomo che ha creato e spiegato calcio per anni. Sacchi ricorda di aver scritto due pagine di errori commessi della propria squadra, dopo una vittoria a Roma per 4-0. “Non ne potevo più”, dice. “La quotidianità mi stava uccidendo”.

Ha fatto quello che gli piaceva, e ha smesso di farlo quando ha smesso di piacergli. Negli anni da allenatore, il calcio era il suo unico interesse. Ed ora, nel corso del suo settantesimo anno di età, dopo aver abbandonato anche il più recente incarico di coordinatore tecnico delle nazionali giovanili, si gode la soddisfazione che solo un professionista serio può garantirsi.

Paolo CondòLa puntata di Condò Confidential andata in onda ieri sera è stata l’ultima della prima stagione. La serie è casualmente cominciata in concomitanza con l’apertura di questo blog, ed ho avuto il piacere di riportare tutte le dichiarazioni rilasciate allo straordinario Paolo Condò da personaggi sportivi storici ed internazionali: Mourinho, Ancelotti, Di Francisca, Benitez, Lippi, Maldini, Rizzoli, Zenga, Contador, Zanardi e Sacchi.

Lasciatemi chiudere con una buona notizia. La seconda stagione di Condò Confidential partirà già da lunedì 22 giugno, e vedrà protagonisti 15 nuovi ospiti. Se vorrete, mi troverete qui a parlarne.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...