Il Keynote Apple del 9 marzo

Ogni evento Apple è attesissimo a livello mondiale. Quello di due giorni fa, lunedì 9 marzo, non ha fatto eccezione. Ogni keynote è anticipato da una frase simbolica, comunicata al momento dell’annuncio, che attiri l’attenzione del pubblico. Quella che ha preceduto l’appuntamento di lunedì era spring forward, a voler simboleggiare un ulteriore scatto in avanti compiuto dalla società di Cupertino. Come sempre, la presentazione è stata trasmessa in streaming in tutto il mondo (alle 18.00 italiane), coinvolgendo gli innumerevoli fan. La prima parte è stata incentrata su alcune informazioni generali riguardanti la crescita della Apple, che ha aperto il ventunesimo store in Cina, arrivando ad un totale di 453 in 16 Paesi, con oltre 120 milioni di visitatori nell’ultimo trimestre. La crescita annuale degli iPhone è quasi doppia (il 49% contro il 26%) rispetto all’industria di smartphone. Sono stati venduti oltre 700 milioni di iPhone dal loro lancio, nel 2007. Nell’ultimo trimestre, l’iPhone è stato lo smartphone più venduto nel mondo. Gli ultimi modelli, iPhone 6 e iPhone 6 Plus, hanno un grado di soddisfazione clienti del 99%. Apple Pay, il sistema di pagamento contactless azionabile grazie al sensore di impronte digitali Touch ID, è compatibile con oltre 2.500 banche, ed è già accettato in oltre 700.000 location.

Il nuovo MacBook, presentato lunedì, sarà disponibile nelle ormai tre classiche colorazioni (oro, argento e grigio siderale), con la rimozione della mela luminosa finora presente nei notebook. Con un peso di appena 0,91 kg, è il MacBook più leggero di sempre. Da chiuso, ha uno spessore massimo di 13,1 mm (il 24% in meno di un MacBook Air da 11”). La tastiera è stata completamente ridisegnata, arrivando a coprire il dispositivo in tutta la sua larghezza. Ogni tasto è del 40% più sottile e del 17% più largo, oltre ad essere più stabile e più preciso, grazie all’utilizzo di un nuovo meccanismo a farfalla posto al di sotto di ogni pulsante, in sostituzione del tradizionale meccanismo a forbice utilizzato finora. È stato posto un singolo LED sotto ogni tasto, in modo che l’illuminazione della tastiera sia ora uniforme. Lo schermo, da 12”, è il display Retina più sottile di sempre. Ognuno degli oltre 3 milioni di pixel è stato riprogettato, favorendo una riduzione del consumo energetico dello schermo del 30%. Inoltre, questo è il primo MacBook dotato del Force Touch trackpad, i cui sensori di forza sono in grado di rilevare quanta pressione sia applicata dall’utente sulla sua superficie. Grazie all’attuatore lineare che contiene, chiamato Taptic Engine, l’utilizzatore riceverà un feedback tattile, una leggera vibrazione collegata a ciò che accade sullo schermo. I click sono più silenziosi, e si può regolare la sensibilità del trackpad, stabilendo quanta forza sia necessaria per cliccare. Il Force Touch trackpad è in grado di riconoscere la differenza tra un tocco lieve ed una pressione profonda, aumentando le possibilità di interazione con i contenuti: ad esempio, applicare una maggior pressione su una parola permette di leggere la sua definizione su Wikipedia. Per creare un notebook così sottile e leggero, sono state sacrificate le porte in favore dell’estrema efficienza. Per questo MacBook, è stato utilizzato un nuovo standard, che la Apple ha contribuito a creare. Si tratta della porta USB-C, che offre la possibilità di caricamento, connessione USB 3.0, collegamento di un display con un connettore Thunderbolt, HDMI o VGA, attraverso l’utilizzo di appositi adattatori. È presente in un’unità sul lato sinistro. Sul destro, si trova solo il jack per le cuffie. Questo è il primo MacBook privo di ventola, dettaglio che permette non solo di risparmiare spazio, ma anche di eliminare il suo rumore di sottofondo. La batteria è stata creata con l’obiettivo di durare per un’intera giornata, attraverso una disposizione a strati che consente di raggiungere una capacità nettamente maggiore che in precedenza. Il nuovo Macbook è presente in due configurazioni, con differenze non particolarmente rilevanti, e sarà spedito a partire dal 10 aprile.

Nel corso degli anni, la forza della Apple è stata quella di riuscire a riprogettare da zero ogni aspetto dei propri dispositivi, con nuovi strumenti e nuove idee di base, piuttosto che cercare forzatamente di apportare piccole modifiche a prodotti destinati a raggiungere presto un livello non ulteriormente migliorabile. I modelli di MacBook Air e MacBook Pro restano in vendita, subendo alcune piccole migliorie. Personalmente, sono curioso di provare questa nuova tastiera, dopo aver letteralmente adorato quella precedente. Ho fiducia che non ne rimarrò deluso, sapendo qual è il modo di lavorare a One Infinite Loop.

L’approfondimento su Apple Watch, invece, non è stato particolarmente rilevante. È stato ricordato ai potenziali clienti che il dispositivo sarà disponibile in tre configurazioni. I case di Apple Watch Sport sono realizzati utilizzando un alluminio anodizzato il 60% più resistente di quanto consentito dallo standard, ma a parità di peso, e sarà disponibile in argento o grigio siderale. I case di Apple Watch sono forgiati utilizzando un particolare tipo di acciaio inossidabile, dell’80% più resistente del normale. La terza versione è quella dell’Apple Watch Edition, che ha un case in oro giallo o rosa a 18 carati. Tutti i case sono disponibili con schermi da 38 o 42 mm di ampiezza. Esistono diversi tipi di cinturini: quello sport in fluoroelastomero, il loop in pelle, il loop in maglia milanese, il classic, il modern e il bracciale a maglie. Le varie edizioni dell’Apple Watch possono essere preordinate dal 10 aprile, e i prodotti saranno spediti dal 24 aprile in alcuni Paesi, tra i quali, però, non figura l’Italia.

Potete rivedere l’intero keynote a questo link: www.apple.com/live/2015-mar-event/

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...