Buffa racconta Cristiano Ronaldo

Funchal, comune portoghese dell’arcipelago di Madeira. Il 5 febbraio del 1985, Dolores dos Santos diventa madre per la quarta volta, dando alla luce un bambino che avrà nome Cristiano Ronaldo, per via della religiosità della famiglia e della simpatia di suo padre, Dinis Aveiro, per il Presidente degli Stati Uniti in carica all’epoca, Ronald Reagan.

L’amore verso sua madre e verso il pallone lo hanno accompagnato durante tutta l’infanzia, e continuano a restare con lui tuttora. Cristiano ha sempre gradito l’idea di giocare contro avversari più grandi di lui, per misurare ed affinare le proprie già incredibili capacità. Lo Sporting Lisbona lo prende nel 1997, facendolo esordire in prima squadra 5 anni dopo. Inevitabile il trasferimento, appena un anno più tardi, al Manchester United.

Sir Alex Ferguson lo responsabilizza da subito, assegnandogli d’ufficio la maglia numero 7, vestita in passato da Robson, Cantona, Best e Beckham. Sotto la guida del tecnico scozzese, Ronaldo cresce in modo esponenziale, fino a diventare, nel 2008, il calciatore più forte del mondo. Un anno dopo va al Real Madrid, dove lavora con altri due maestri calcistici come José Mourinho e Carlo Ancelotti, che lo vedono migliorare ulteriormente sotto i propri occhi.

Se la storia di CR7 viene raccontata da Federico Buffa, l’eccellenza descrive l’eccellenza. Il giornalista di Sky ha sempre detto di ricevere più considerazione di quella che merita. La sua sincera ed enorme modestia non impedisce alle migliaia di suoi ammiratori, tra i quali mi annovera, di considerarlo il più grande narratore del nostro tempo. Provare a descrivere la sua capacità di coinvolgimento è per me una sconfitta. Non sono in grado di farlo, né credo che qualcuno lo sia. Le parole rischiano di offenderlo, come i numeri per Cristiano.

Dopo aver commentato per anni il basket NBA, l’avvocato ha fatto parte della squadra che ci ha raccontato gli ultimi mondiali brasiliani di calcio, preceduti da 10 puntate relative ad altrettante edizioni passate, per “Storie mondiali”.

Il racconto dedicato a Cristiano Ronaldo fa parte di “Storie di campioni”, un programma di Federico Buffa e Federico Ferri (@FedericoFerri), i cui testi sono scritti in collaborazione con Carlo Pizzigoni (@pizzigo). La serie è composta da sei appuntamenti. Siamo a metà strada: il quarto episodio è fissato per sabato 21 marzo, quando l’avvocato racconterà la vita e le opere di Ferenc Puskas, spaventoso attaccante dell’Honved di Budapest e del Real Madrid.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...